cause-enfisema-polmonare

Quali sono le cause dell’enfisema polmonare?

L’enfisema polmonare cronico è provocato da un processo infiammatorio di lunga durata a carico dei bronchi, come si verifica per esempio in caso di bronchite cronica. Questa malattia va tenuta distinta dall’enfisema polmonare acuto, che è una conseguenza dell’asma e dipende dal fatto che i bronchioli ristretti da uno spasmo non lasciano più fuoriuscire l’aria dai polmoni.

Perché in una persona affetta da enfisema polmonare la respirazione è meno efficiente?

L’enfisema polmonare cronico compromette la respirazione con due meccanismi principali in primo luogo, se il bronchiolo è dilatato, non tutta l’aria che vi entra riesce a entrare negli alveoli, le strutture periferiche dove avvengono gli scambi respiratori; in secondo luogo, l’aria non può essere espulsa completamente dai polmoni durante l’espirazione e, quindi, al successivo atto inspiratorio potrà entrare nei polmoni solo una quantità limitata di aria fresca.

Che cos’è il polmone senile?

Col termine di polmone senile si definisce una serie di alterazioni che si riscontrano sistematicamente nell’apparato respiratorio delle persone anziane: i polmoni sono piccoli e flaccidi, il tessuto meno elastico, i bronchi lunghi e dilatati, i vasi polmonari sclerotici.

Quando un paziente può essere considerato affetto da bronchite cronica? Si parla di bronchite cronica quando il paziente è affetto da tosse produttiva per tre mesi in almeno due anni consecutivi: le persone affette da bronchite cronica sono quindi ben più numerose di quanto comune-mente si possa ritenere.

Perché nella terapia dell’enfisema polmonare non vengono impiegati i farmaci broncodilatari?

I farmaci broncodilatatori agiscono diminuendo il tono della parete muscolare del branco: nel caso dell’enfisema le pareti dei bronchioli sono già gravemente lesionate, e la diminuzione del tono muscolare non favorisce il collasso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: