È la più frequente malattia dell'orecchio. Si tratta di un processo infiammatorio dovuto a germi comuni (stafilococchi, strepto-cocchi) che si localizza in una delle diverse sezioni dell'orecchio: in base alla sede si parla di otite esterna, media, interna.

L’otite un problema che colpisce adulti e bambini

Cos’è l’otite?

È la più frequente malattia dell’orecchio. Si tratta di un processo infiammatorio dovuto a germi comuni (stafilococchi, strepto-cocchi) che si localizza in una delle diverse sezioni dell’orecchio: in base alla sede si parla di otite esterna, media, interna.

La prima interessa il condotto esterno, anzi la pelle che lo riveste e consiste in foruncoli, eczemi, infezioni locali; la seconda è quasi sempre dovuta alla diffusione nella cassa del timpano di infiammazioni della faringe che si propagano lungo la tromba di Eustachio: è per questo che l’otite media, molto frequente nei bambini, fa seguito usualmente a un raffreddore o a una tonsillite.

La malattia si cura con antibiotici e cortisonici; può esser necessario incidere il timpano per evitare complicazioni. Una di queste è la mastoidite, cioè la diffusione dell’infiammazione alle cavità mastoidee dell’osso temporale con possibili complicazioni cerebrali; in questo caso la cura è chirurgica. Altra eventualità è che l’otite media diventi cronica. Le otiti dell’orecchio interno, o labirintiti, ledono gravemente la funzione uditiva e provocano disturbi dell’equilibrio: sono frequenti le vertigini e la cura non è facile.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: