malattie-polmonari-bronchiti

Le alterazioni provocate dall’enfisema polomonare

In caso di enfisema polmonare, il tessuto alveolare del polmone mostra, se viene sottoposto all’esame al microscopio, delle caratteristiche alterazioni che spiegano i gravi effetti di questa malattia sulla funzionalità respiratoria.

L’enfisema polmonare è provocato da un processo infiammatorio cronico che distrugge progressivamente le fibre elastiche presenti nella parete del bronchiolo terminale.

Il bronchiolo terminale è il tratto di passaggio fra albero bronchiale e alveoli. Il tessuto enfisematoso invece, è costituito da scarse cavità alveolari, molto dilatate da numerosi piccoli alveoli ordinatamente disposti intorno ad un bronchiolo terminale. Questo tipo di situazione è molto grave, perché l’aria contenuta al centro di queste grandi cavità non riesce a raggiungere le pareti degli alveoli e non può essere utilizzata per gli scambi respiratori.

Inoltre la lesione dei setti interalveolari comporta inevitabilmente la lesione e la scomparsa di buona parte dei capillari polmonari. Questi due fattori contribuiscono a provocare una grave insufficienza respiratoria. In una prima fase il paziente riesce a compensare la lesione del tessuto polmonare respirando affannosamente ma in seguito compare uno stato di cianosi molto evidente.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: