Cosa sono gli ormoni

Gli ormoni sono sostanze prodotte dalle ghiandole dette a secrezione interna (endocrine) perché non versano il loro prodotto all’esterno (come le salivari o le sudoripare) da alcuni tessuti, come la placenta, la mucosa del duodeno ecc., e da gangli nervosi.

Queste sostanze costituiscono nell’organismo animale un sistema chimico di regolazione e controllo, che sorveglia e mantiene entro limiti costanti alcune funzioni. Non tutte benché la conoscenza del sistema ormonale non sia ancora completa, si può dire, ad esempio, che mentre la circolazione del sangue è influenzata dall’ipofisi e dalle ghiandole surrenali, non vi è un meccanismo analogo che agisca sulla respirazione.

Il nome ormoni, coniato dal fisiologo nel 1904, viene dal greco ormào, in quanto la prima funzione riconosciuta in queste sostanze è stata quella di eccitare un’altra funzione o un altro processo. In realtà non è esatto parlare di eccitazione, poiché i vari ormoni hanno azioni diverse; né del resto si conosce con esattezza come un agisca un ormone all’interno delle strutture cellulari. A proposito sono state fatte varie ipotesi: la più attuale è che l’ormone incontri nella cellula interessata una proteina in grado di accoglierlo, un recettore specifico, come si dice in biologia; con questa proteina esso forma un complesso, che agisce sui meccanismi di informazione genetica della cellula.

L’esistenza queste proteine-recettori sarebbe stata dimostrata nel caso degli ormoni sessuali. Si è anche fatta l’ipotesi di una azione, diretta o mediata da un’altra sostanza, l’AMP ciclico dell’ormone sull’acido nucleico della cellula, che verrebbe stimolato a fornire le informazioni necessarie alla sintesi delle proteine.

In ogni caso possiamo dire che l’ormone reca un messaggio specifico, che dall’organo regolatore va all’organo regolato, e solo a quello interessando un solo processo. In questo senso gli ormoni sono messaggeri chimici e il meccanismo dei messaggi è così complesso che prevede non solo l’invio di un ordine dalle ghiandole al tessuto interessato, ma anche la risposta in senso inverso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: