Analogie tra yoga e buddismo

Il Buddhismo

Nei millenni della sua storia il buddhismo ha raccolto pensieri, tradizioni e dottrine, che si sono uniti a quelli più antichi, formando le convinzioni religiose di gruppi diversi e talvolta contrastanti.

Ricordiamo innanzitutto che il Buddha insegnò a non credere in un dio che avesse creato e ordinato il mondo, e a non prestare fede né ai sacrifici né alle presunte rivelazioni divine.

Egli dice che negli uomini passa una corrente di vita, come una fiamma, che li fa vivere e che, dopo la loro morte, passa in altre creature.

E’ molto diffuso in India, e sotto il re Asoka, il buddhismo divenne religione di Stato.

Si racconta di un certo Siddharta, nato e vissuto per essere guerriero, che dopo essersi sposato ebbe un figlio, Rahula, che sarebbe poi diventato monaco nell’ordine religioso fondato dallo stesso padre.

Siddharta era vissuto sempre nella ricchezza ma 29 anni lasciò tutti i suoi beni e piaceri della terra e si mise a cercare una verità vagabondando in India come un mendicante fermandosi nel villaggio di Uruvela (oggi urel a sud di Patna) tra i boschi.

Visse anni lì, imponendosi dure prove come il digiuno, l’immobilità, trattenere il respiro ed alcuni esercizi fisici che oggi chiamiamo usiamo definire yoga.

Oggi il termine come Yoga, Buddhismo e meditazione sono ormai entrati nella nostra cultura: da una parte questo è un fatto molto positivo perché permette di avvicinarci a queste tradizioni senza paura e senza avere la sensazione di “fare qualche cosa di strano”; d’altro canto, nel nostro mondo frenetico e consumistico, c’è il pericolo di perdere di vista il vero senso, lo scopo originale di questi insegnamenti.

T. K. V. Desikachar, un maestro indiano contemporaneo, ha scritto:

La parola Yoga è sanscrita e deriva dalla radice yuj che ha due significati tradizionali. Il primo è riunire due cose, unire, incontrare. Il secondo significato è simile a samadhi, cioè far convergere i movimenti della mente. Sebbene queste definizioni sembrino diverse una dall’altra, di fatto sono identiche. …
Un altro significato importante e in un certo senso più interessante, è raggiungere un punto non ancora raggiunto. …
Un altro aspetto importante dello yoga riguarda l’azione, poiché yoga significa anche agire in piena coscienza e totale attenzione. …
Un’altra definizione classica della parola yoga è unione con il Signore. Quale nome adoperiate – Isvara, Dio, Allah – non ha importanza.

Yoga è un termine spirituale molto usato un po’ in tutte le tradizioni sviluppatesi in India e assume sfumature e significati diversi, sia in funzione del contesto (tradizione spirituale, sociale, gruppi, comunity) e sia in funzione del livello del praticante, cioè della comprensione ed esperienza spirituale del medesimo.
Inoltre anche il contesto socio culturale ha una sua rilevanza: per esempio se riflettiamo sulla percezione che si ha dello Yoga, qui in occidente, e in particolare dello Hatha Yoga, vediamo come generalmente si pensi, da una parte, ad una tecnica di rilassamento (“vado a fare yoga per rilassarmi”) e dall’altra ad una pratica dove viene preso in considerazione quasi esclusivamente l’aspetto corporeo e l’enfasi è posta sullo sforzo, sul fare posizioni “forti”, “dure”.
 

Si potrebbe dire allora che lo scopo del Buddhismo, lo scopo dello Yoga è quello di imparare a riconoscere e dimorare in una qualità naturale di semplicità appagamento interiore dove niente manca e niente è in eccesso, un atteggiamento interiore, un modo di essere che permette di familiarizzarci e di riconciliarci con la totalità della nostra esperienza e quindi con noi stessi, con il corpo e a volte con lo spirito.

Dopotutto, lo yoga non è altro che la ricerca di una durevole felicità interiore. …
Lo yoga è la scienza e l’arte della liberazione tramite la comprensione di se stessi. …
Yoga vuol dire indagare con intensità e metodo nella propria mente.
Sri Nisargadatta Maharaj – Io sono quello.

Un studio del 2018 ha rivelato che lo Yoga può avere un effetto protettivo sulla lunghezza dei telomeri e sull’enzima telomerasi responsabile del mantenimento dei telomeri.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: